Chi sono - Photosophia

Silvia Pèzzola
Photosophia
La magia del mondo attraverso una lente
Vai ai contenuti

Menu principale:

Chi sono


Innanzi tutto non ho la presunzione di essere una fotografa,non mi interessa proprio esserlo
e non ne ho le capacità.
Sono solo una persona a cui piace scattare
per imbrigliare momenti che potrebbero
scappare per sempre.





Silvia Pèzzola nasce ad Arezzo (guarda la mia città), ridente cittadina nel cuore della verde toscana.
Grazie a suo papà Giorgio, fotografo per passione, scopre questo strano oggetto che è la macchina fotografica: una pentax corredata in tutto e per tutto, super, tele, macro, moltiplicatore e quanto altro... I primi scatti ovviamente sono sporadici, legati al "prestito" di nascosto del gioeiellino di papà finchè ...ops... cade un tele, si cretta il coprilente ( solo quello per fortuna!)  e papà decide di regalarle un macchina fotografica tutta sua per evitare di farle combinare altri, costosi, danni. Arriva una Minolta subacquea giallo sole tutta sua....
Da lì ha cominciato a sbizzarrirsi in foto di ogni tipo sentendo crescere la voglia di capire questo strano strumento che imprimeva sì immagini ma non sensazioni e ricordi provati al momento del click.



Crescendo, come accade nelle migliori famiglie, ha abbandonato tutto presa dai milioni di altre cose!!!
Continua sporadicamente a scattare durante le ferie, le feste di rito e le gite della domenica ( a dir la verità poi queste saltuarie sessioni si trasformavano in una quantità immane di rullini da sviluppare...), ma per il resto  la borsa fotografica resta all'attaccapanni a prendere polvere.
Ma se una passione è forte, resta per sempre e a tratti ritorna, eccome se ritorna! Ecco quindi un nuovo e significativo incontro con il meraviglioso mondo fotografico allorchè decide di comprare una macchina fotografica digitale compatta per il viaggio di nozze... niente limiti di scatto, foto da rivedere subito su computer, ritoccare a proprio piacere: l'avvento del multimediale!


Questo amore crescente ma ancora non del tutto consapevole, prende forma nel passaggio dalla compatta alla reflex e quì c'è la svolta: capisce di avere a che fare con uno strumento, se ben utilizzato,  capace di imprimere finalmente  la sensazione provata in un momento e questa diventa la sua sfida.
Gli anni passano, i giorni si suggeguono come le ore sull'orologio, si sfrondano vecchi rami secchi e le spalle diventano più pesanti, ma la passione resta e anzi cresce.  Cercando di realizzare nuove idee grazie alla spinta di un gruppo di amici fotografi compie un'altra scelta importante fotograficamente parlando, il passo verso la full frame e via ancora avanti perchè una foto non scattata è un ricordo che non c'è....
Copyright Silvia Pèzzola - All rights reserved since 2012
Torna ai contenuti | Torna al menu